SERVIZI

DEDICATI

per un BIM SU MISURA

un APPROCCIO CLIENT ORIENTED per VALORIZZARE POTENZIALITÀ E EXPERTISE

Propongo  servizi di consulting per imprese e realtà interessate a partecipare a GARE DI APPALTO e bandi di progetto nei quali, come sempre più spesso, è richiesto un processo BIM. La consulenza si struttura partendo da una valutazione del bando di gara, per redigere una efficace OFFERTA DI GESTIONE INFORMATIVA
 

Gestisco il processo BIM nelle fasi di progettazione, realiz-zazione e gestione per operazioni nei settori Real Estate e Infrastrutturale, attraverso la customizzazione di procedure BIM conformi alle prescrizioni della norma  UNI 11337.

Aiuto le aziende interessate ad implementare il BIM come pro-cesso strutturale della propria operatività. Questo avviene con un PROCESSO PROATTIVO,  per definire una roadmap che tenga conto dell'expertise già in essere e garantire un'integrazione veloce e approfondita del BIM.

Grazie alla partnership con TiconZero Srl aiuto le aziende interessate alla partecipazione a BANDI FORMATIVI finanziati dai Fondi Interprofessionali e dal Fondo Sociale Europeo, per garantire l'accesso al BIM ad un numero più ampio di realtà professionali.

Offro un servizio personaliz-zato di formazione propedeutico all'introduzione del BIM nelle imprese, nelle aziende produt-trici e negli studi tecnici, attraverso una partnership consolidata con  One Team Srl

Spesso la formazione è finalizzata alla vendita di un prodotto da parte del formatore, che di fatto opera nell'interesse della software house e non in quello del cliente.

Per questo abbiamo sviluppato un approccio diverso, che parte da una valutazione congiunta degli obiettivi BIM del cliente, per poi procedere con una ROADMAP studiata ad hoc.

Affianco team tecnici che vogliono migliorare il contenuto informativo BIM di un progetto in fase di definizione o di sviluppo.

 

Ciò può avvenire attraverso un assessment delle procedure in atto, nel miglioramento del PIANO PER LA GESTIONE INFORMATIVA (pGI), o nella proposta di un piano alternativo e nella sua imple-mentazione nel flusso di lavoro.

Sono inoltre in grado di fornire un servizio di modellazione BIM dedicato, orientato sia alla finalizzazione di un progetto specifico che alla creazione di LIBRERIE DIGITALI DI OGGETTI.

 

PROGETTI

Ogni progetto è unico e per questo richiede un approccio mirato. Lavoro in BIM da 15 anni e in questo periodo ho avuto la possibilità di gestire i progetti più differenti e di partecipare a diverse operazioni, dalla casa unifamiliare al grande progetto infrastrutturale:  per ognuno di essi ho sempre implementato PROCEDURE ORIENTATE AGLI OBIETTIVI DEL COMMITTENTE.

 

 TO BIM OR NOT TO BIM?

Spesso mi viene chiesto quali siano i vantaggi effettivi del BIM. La risposta è semplice: il BIM permette di gestire tutte le informazioni di un immobile o di una infrastruttura,  in modo efficiente e strutturato.

 

Facciamo un  esempio:  se avete un guasto all’auto, il vostro meccanico saprà dirvi  in tempo reale quale  sia il problema,  quanto costa, e quanto tempo serve per risolverlo.  Di solito si tratta di pochi giorni.  Se invece avete una perdita in bagno  chiamate il vostro idraulico, il quale vi dirà che bisogna aprire una parete per capire dove sia localizzato il problema.  Non saprà ovviamente dirvi quanto possa costare, e nemmeno le tempistiche: se avete fortuna si risolverà tutto con un intervento limitato, ma potrebbe capitarvi di dover smantellare il bagno prima di individuare la causa della perdita.

 

Perché?

 

Semplicemente perché il settore automobilistico,  come tutta l’industria, ha adottato ormai  da decenni protocolli che permettono di identificare tutte le componenti di un prodotto,  non solo durante la fabbricazione ma per tutto il ciclo di vita del prodotto stesso.   Invece l’edilizia è ancora un processo artigianale, non molto diverso di come era gestito 200 anni fa.   Ovviamente le tecnologie sono cambiate, ma non il metodo: di fatto le procedure di pro-gettazione e di costruire si avvalgono di nuove tecnologie, ma nella forma e nella sostanza sono ancora artigianali.  

 

Questo ha funzionato fino a qualche decennio fa, perché la complessità del processo costruttivo era ancora tale da potere essere gestita efficacemente con metodi tradizionali: gli elaborati esecutivi dei grandi maestri del  razionalismo erano semplici,  perché non dovevano relazionarsi con la complessità sistemica dei nostri giorni.

 

Dalla fine degli anni ‘90 si  è assistito ad una crescita costante del contenuto informativo di un progetto,  negli ambiti più disparati: un progetto deve con-frontarsi con molte tematiche,  che spaziano dall’ambito finanziario a quello ambientale.    Questa complessità non è più gestibile con gli strumenti tradi-zionali, e richiede nuove tecnologie. Il BIM non è una moda, è una rivoluzione, perché è la risposta a queste istanze.


 

In questi  anni ho  avuto occasione di  collaborare a progetti di ogni tipo e dimensione,  dalla PMI specializzata   nella produzione  di case singole,  fino al grande progetto che impegna team articolati ed estesi, e che richiede un grande lavoro di coordinamento  e di gestione dei processi di verifica e valida-zione degli elaborati:  in tutti questi casi il BIM è stato lo strumento che ha permesso il raggiungimento degli obiettivi prefissati nei tempi e nei budget.

Nel 2016 ho ritenuto essenziale ottenere la CERTIFICAZIONE ICMQ come BIM Manager, per garantire ai miei clienti una professionalità in linea con le normative UNI. Sono convinto che la  standardizzazione offerta dalla norma UNI 11337   offra un potenziale immenso per il settore delle costruzioni italia-no, perché è un apparato metodologico, un COME che permette di arrivare al CHE COSA in modo più efficiente.

 

CHI SONO

Progetto da sempre con il 3D, anche quando il BIM ancora non esisteva. Tra il 1993 e il 2005 ho lavorato tra Amburgo e Berlino, partecipando alla  progettazione di edifici governativi a Berlino, tra i quali il Bundesland (Camera del Land) e  implementando il 3D come strumento di comunicazione del progetto tra gli stakeholder, sia a livello visuale che per evidenziare aspetti tecnici e costruttivi non facilmente rappresentabili mediante le metodologie CAD tradizionali.

 

Nei primi anni 2000 ho approfondito il mio interesse per il tema della realtà virtuale, partecipando alle attività del  Web3D Consortium, sviluppando oggetti parametrici e implementando progetti VRML per Blaxxun Interactive, azienda leader nel settore, che aprì la strada a prodotti come Secondlife.

 

Dal 2004 ho cominciato attivamente ad utilizzare IL BIM COME UNICO STRUMENTO DI PROGETTAZIONE: questo approccio da early bird mi ha permesso di seguire gli sviluppi del BIM in modo attento e costante, portandomi a specializzarmi sempre più nell'uso di questa tecnologia.

​​

Nel 2012 ho avuto modo di implementare il BIM in tutta la sua potenza, in occasione della realizzazione di un complesso residenziale in Svizzera per conto di un fondo di Zurigo. L’utilizzo del BIM come strumento di controllo della progettazione e costruzione ha permesso di gestire con successo sia  la complessità del progetto che le numerose varianti richieste in corso d’opera, nel rispetto dei tempi e dei costi di costruzione. Questa esperienza mi ha reso più che mai evidente la la necessità di implementare processi integrati dedicati alle contingenze di un progetto specifico, che andassero oltre una generica impronta BIM, per potere rispondere alle peculiarità del progetto.

Negli ultimi tre anni ho lavorato per una SGR milanese alla realizzazione di un intervento di Social Housing di oltre 400 unità abitative: in questo progetto ho avuto la possibilità di interagire con partner di alto livello, che mi hanno permesso di implementare procedure di controllo e di gestione avanzate.

 

Un tema che ho particolarmente approfondito è l’integrazione dei processi BIM nella PREFABBRICAZIONE IN LEGNO E ACCIAIO.  Trovo che questo settore, nel quale il BIM non è ancora implementato se non marginalmente, possa trarne un grande beneficio, perché, trattandosi di un processo semi-industriale, per sua natura è già strutturato su procedure standardizzate, che permettono  un controllo dei costi totale, unito a tempi veramente rapidi di esecuzione, che con una progettazione integrata possono essere ulteriormente diminuiti, portando ad un’ottimizzazione del prodotto impensabile fino a pochi anni fa.

Collaboro con una rete di specialisti BIM con i quali sono in grado di offrire un PACCHETTO DI SERVIZI COMPLETO, anche per grandi progetti; ritengo infatti che la collaborazione e la condivisione siano le strategie vincenti per garantire un prodotto di eccellenza.

Carlo Grossi

 

PARTNERS

La professionalità è sempre di squadra: per questo mi appoggio a una rete di aziende e professionisti, insieme ai quali riesco a garantire un prodotto elevato e competitivo: la squadra giusta per ogni esigenza BIM.

oneteam.jpg
logo_ticonzero.png
logo.png
static1.squarespace.com.png
 

CONTATTO

a disposizione di architetti, imprese e enti pubblici per qualunque informazione:

carlo@carlogrossi.com

+ 39 347 2298279

 

© 2019 By Carlo Grossi

Proudly created with Wix.com

  • White Facebook Icon
  • White Twitter Icon
  • White Instagram Icon
  • White YouTube Icon
  • White Pinterest Icon

don'be shy